Centro di
riabilitazione funzionale
per disabili

Ti trovi in: Home / COSA PUOI FARE TU / Sostieni con donazione
 

Contribuisci a sostenere le attività rivolte ai nostri ragazzi. I progetti di AGbD nascono dalle esigenze che emergono durante l'anno per sviluppare maggiormente le capacità di apprendimento, di comunicazione e di autonomia. 

Adotta un progetto oppure fai un'erogazione liberale e permetterai ai nostri ragazzi di crescere imparando a scrivere, a leggere, ad utilizzare la matematica. In una sola parola, ad ESSERE AUTONOMI.

ANCHE TU PUOI CAMBIARE IL FUTURO DEI NOSTRI RAGAZZI: ADOTTA UN PROGETTO!

Puoi scegliere una delle seguenti modalità  per sostenere il futuro dei nostri ragazzi:

- Con un bonifico bancario* intestato ad "AGbD Associazione Sindrome di Down onlus":

  • Unicredit Banca: Iban IT47B 02008 11714 000010803534
  • Banco Popolare (Gruppo BPM): Iban IT37V 05034 11717 000000050668

- Con un accredito su conto corrente postale*:

  • Poste Italiane: C/C 13115373

- Con un assegno intestato ad "AGbD Associazione Sindrome di Down onlus"

*Causale: Erogazione liberale a favore di AGbD onlus 

Scopri qui sotto i nostri progetti attivi.

INSIEME A TE, COSTRUIAMO UN FUTURO PER TUTTI.

Ti ricordiamo che viene rilasciata una ricevuta per fini fiscali da utilizzare poi in sede di dichiarazione redditi. Per poterla ricevere via posta, ti chiediamo cortesemente di inviarci una e-mail all'indirizzo agbdvr@agbdverona.org comunicando gli estremi della donazione e l'indirizzo dell'intestatario della ricevuta stessa.


Un mare di autonomia

Per rispondere alle esigenze di libertà  ed integrazione espresse dai nostri ragazzi, la nostra Associazione ha pensato di proporre il progetto "Un mare di autonomia".

I gruppi che durante l'anno riabilitativo vivono le esperienze di residenzialità  presso l'appartamento di AGbD, nel periodo estivo trascorreranno alcuni giorni in un campeggio situato in una località  marina. 

Perché si è pensato a questo progetto?

Perché il contesto del campeggio, già  comunque diverso dalla solita routine, si caratterizza per la facilità  con cui si sviluppano i rapporti umani poiché molti spazi sono condivisi con altri campeggiatori e l'animazione unisce in maniera naturale i campeggiatori.

L'obiettivo è quello di non far sentire i giovani come semplici beneficiari di una vacanza, ma i protagonisti del loro tempo libero e della loro quotidianità , attraverso la risoluzione dei problemi reali, attraverso le scelte individuali  e di gruppo, attraverso la gestione dei conflitti legati alla vita comunitaria. Si cercherà  quindi di favorire una gestione il più possibile autonoma delle attività  connesse alla vita di campeggio, cercando di valorizzare la capacità  di scelta e di iniziativa personale e del gruppo nella gestione del tempo libero oltre che lo sviluppo della capacità  di autodeterminazione e autoregolazione.


Informatica


L'uso del computer e delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione sono sempre più presenti nella vita quotidiana; oltre che per il loro valore funzionale e in particolar modo, comunicativo, rappresentano uno strumento importante per l'esercizio di alcuni apprendimenti e, più in generale, di funzioni cognitive e linguistiche. 

Perché si è pensato a questo progetto?

Per sostenere lo sviluppo delle competenze appena citate, viene coniugata la necessità  di un percorso classico, nell'aula di informatica e con i relativi docenti (lezioni relative all'utilizzo dei vari motori di ricerca, di programmi di video scrittura, grafica semplice, ecc.) con un percorso funzionale, con i gruppi di autonomia e i relativi educatori (preparazione di materiali didattici, organizzazione di foto, uso di email, internet, ecc.). Collegando lo studio con l'esperienza, i ragazzi possono impiegare al meglio lo slancio motivazionale che nasce dalle situazioni problematiche, di desiderio o bisogno che siano.


Occupiamoci in AGbD

Il progetto "Occupiamoci in AGbD" intende inserire i ragazzi della nostra Associazione non solo come fruitori dei servizi riabilitativi di AGbD, ma anche come parte attiva della vita associativa. Si vuole infatti coinvolgere i giovani nella cura della gestione degli spazi comuni (orto, giardino), nel supporto alle attività  di raccolta fondi durante le campagne di Pasqua e Natale, dando sostegno alla segreteria e con lavori di piccola manutenzione dell'esterno della sede.

Perché si è pensato a questo progetto?

Questo progetto nasce dalle difficoltà  che si riscontrano al giorno d'oggi nel riuscire ad inserire i nostri ragazzi in ambienti lavorativi, o nel trovare luoghi che li accolgano finito il ciclo scolastico. Abbiamo quindi pensato di dare loro la possibilità  di apprendere varie abilità  che potranno spendere sia in ambito domestico che in possibili contesti lavorativi futuri, oltre che lo sviluppo di un atteggiamento adulto nell'operare e nel rapportarsi con gli altri e un ruolo adulto di volontario. 


Gruppi di Auto Mutuo Aiuto (A.M.A.)

Le famiglie solitamente arrivano da noi nel periodo immediatamente successivo alla consegna della diagnosi di Trisomia 21 del loro bambino/a. Si tratta di un momento particolarmente critico che mette a dura prova le persone nel loro nuovo ruolo di genitori. Accogliere il bambino con la diagnosi nella nostra Associazione comporta l’attivazione delle risorse necessarie ad accogliere la sua famiglia. Il confrontarsi con un gruppo di persone che condivide lo stesso percorso, è utile per affrontare il disagio delle fasi iniziali della presa in carico ed offre una dimensione di grande conforto alle coppie.

Perché si è pensato a questo progetto?

E’ dall’attenzione posta alla criticità per l’equilibrio familiare dei primi mesi dopo la consegna della diagnosi che nasce il bisogno della creazione di gruppi di Auto-Mutuo Aiuto (AMA). Tali gruppi hanno lo scopo di sostenere i genitori nell’affrontare i dolori e le preoccupazioni iniziali accompagnando gradualmente il cambiamento e l’attivazione delle risorse individuali e di coppia.